BIO

Io sono Sabrina, sono nata nei famigerati anni 90, più precisamente nella primavera del '94, quando i fiori sbocciano.  
Sono una ragazza semplice e complessa, sono una gemelli insomma, che ha preso la musica e ne ha fatto la sua salvezza. La musica è come il mio nascondiglio preferito quando la mia variopinta personalità mi dà da fare.  
Sono anche una persona che ama parlare continuamente dei propri sentimenti e delle proprie emozioni e chi meglio della musica me lo permette? 
Sin da piccola cantavo nascosta in una stanza ma essendo cresciuta in mezzo al nulla, in mezzo alle montagne emiliane, un po' come Heidi, e forse non avendo un talento naturale, ho faticato a portare avanti questo “sogno” nel cassetto fino a quando non ho deciso di mettere da parte il lavoro, la famiglia, la montagna e l'amore per lanciarmi in quello che è poi diventato il percorso che mi ha cambiata, il Conservatorio di musica di Mantova, città della quale mi sono innamorata e nella quale vivo tutt’ora.  
Quando dico la parola Conservatorio voglio includerci dentro tutte le persone bellissime che ho conosciuto e che mi hanno fatto scoprire quale fosse la mia voce, in tutti sensi, sia per cantare sia per esprimermi a parole.  
Amo ascoltare tutti i generi possibili musicali ma amo anche mettere da parte la musica di altri per cercare la mia, comporre e scrivere testi che mi aiutino a tirare fuori tutto quello che ho dentro.  
Quello che vorrei veramente è poter scrivere musica per aiutare altre persone, per parlare di ciò che tanto si tengono dentro. 
 
Ho avuto l’onore di conoscere grandi musicisti in due occasioni in particolare: il festival di Nuoro Jazz al quale ho partecipato per due anni consecutivi e le svariate masterclass fatte in Conservatorio: Mauro Negri, Dado Moroni, Maria Pia De Vito, Francesca Bertazzo, Francesca Corrias e tanti altri che mi hanno lasciato e dato tanto!